menu                                                                                                                                                                                                              acquisizioni

 

 

Donazione Hasson : Scultura

 

 

 

 

Bruce Hasson - "The Children's Bell Tower" - 1994

 

 

CENTRO PER L’ARTE E LA CULTURA “A. CAPIZZANO” - PAL. VITARI - RENDE

MAON - MUSEO D’ARTE DELL’OTTO E NOVECENTO

 

Comunicato stampa

 

Opera dell’artista americano   Bruce Hasson

 

UNA SCULTURA IN RICORDO DI NICOLAS GREEN

AL MAON DI RENDE

 

Il MAON di Rende acquisisce una nuova opera dedicata alla memoria di Nicolas Green, il bambino americano che nel settembre del 1994 fu ucciso da banditi in Calabria sull’autostrada Salerno Reggio Calabria. Lo scultore californiano Bruce Hasson, autore dell’opera, e il padre del bambino Reginald Green hanno fatto pervenire a Palazzo Vitari di Rende, su invito del Museo d’Arte dell’Otto e Novecento, il modello del monumento The Children’s Bell Tower, che sorge a Bodega Bay in California e che raffigura una grande torre campanaria, simbolo del rifiuto di ogni violenza e della solidarietà umana.  

Hasson è nato a San Francisco in California ed ha studiato scultura per molti anni in Italia presso le Accademie di Belle Arti di Firenze e di Carrara. Il suo nome è balzato alle cronache italiane in occasione della grande mobilitazione di massa che il settimanale “Oggi” ha promosso nel 1995 per la donazione delle 140 piccole campane raccolte in tutta Italia per il Children’s Bell Tower di Bodega Bay. La campana centrale della torre fu realizzata nelle storiche fonderie Martinelli del Vaticano e prima di essere trasportata negli Stati Uniti, fu benedetta da Papa Giovanni Paolo II.

Nel 1998 nel palazzo del Consiglio regionale di Reggio Calabria Hasson ha, invece, realizzato una scultura-installazione formata da sette campane-uccelli ottenute dalla fusione delle armi sequestrate alla mafia e dedicata, come quella di Bodega Bay, al piccolo Nicolas Green i cui organi – sette, appunto – sono stati donati dai genitori ad altrettanti bambini bisognosi di trapianto.

Nel 2000 in occasione del Giubileo sulla sommità del Campidoglio a Roma ha installato Millennia una campana celebrativa di tutti i morti della violenza e della guerra, realizzata con l’acciaio ottenuto dalla fusione di armi da fuoco confiscate dalla polizia di San Francisco e di Oakland. A fare da padrini dell’evento sono stati i premi Nobel per la pace Mikhail Gorbachev, Lech Walesa, Adolfo Perez Esquivel, Betty Williams, Joseph Rotblat ed un rappresentante del Dalai Lama. Alla mezzanotte del 1° gennaio del 2000 la campana fu fatta suonare sulla piazza del municipio di San Francisco dove era allora collocata. Il 1° gennaio del 2001, al vero inizio del nuovo millennio, ha lanciato dall’Italia il suo messaggio al mondo. Dopo Roma, a partire dalla metà di marzo 2001, la campa Millennia è stata trasferita ad Assisi, dove è stata richiesta dai frati francescani.

Nel 1995 l’artista ha installato al War Memorial Building di San Francisco una campana per commemorare il cinquantesimo anniversario della fondazione delle Nazioni Unite, alla presenza del segretario generale dell’ONU Boutros Ghali e del presidente degli Stati Uniti Bill Clinton.

“Hasson – ha detto di lui Tonino Sicoli, direttore artistico del MAON - sceglie a motivo ricorrente della sua scultura la campana che è un simbolo di pace. Come a dire che la pace è una conquista da desiderare fortemente e per la quale bisogna anche combattere, trasformando gli oggetti dell’offesa in un sublime atto d’amore. L’arte avvia, così, un processo di catarsi e si fa momento di alta religiosità o – laicamente – si grande solidarietà umana, che capovolge l’incombenza della morte in slancio di rinascita e la disperazione del dolore in promessa di consolazione.”

Con questa nuova acquisizione il MAON di Rende dota la sua collezione di un pezzo importante, che va ad aggiungersi alle altre quaranta opere presentate di recente nell’ambito del progetto “Sensi Contemporanei”, sostenuto dal Ministero delle Finanze, dal DARC del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Biennale di Venezia e dalla Regione Calabria. Il MAON è nato un anno fa nell’alveo del Centro “A. Capizzano” a Palazzo Vitari, in concerto con il Comune di Rende e la Provincia di Cosenza, e con il patrocinio della Soprintendenza per il PSAD della Calabria.

 

 

                              menu                                                                                                                                                                                                              acquisizioni

top